Cos'è Internet of Things (IoT)?

What is the Internet of Things (IoT)?

Al mondo moderno non piace stare fermi. Prendi Internet come esempio. Non molto tempo fa, è stato utilizzato esclusivamente per cose serie come lo scambio di e-mail importanti e la ricerca accademica. In questo momento, è una fonte inesauribile, tra l'altro, di video di gatti. Non è solo il contenuto che è cambiato. Anche l'hardware che usiamo per connetterci al world wide web è diverso.

Ricorda quando qualcosa di semplice come controllare la tua posta elettronica è necessario tornare a casa, dire a tutti gli altri che non saranno in grado di usare il telefono per un po ', e quindi passare una notevole quantità di tempo in attesa mentre il PC utilizzava tutti i suoi 128 MB di RAM aprire una finestra del browser? Ora, ti basta estrarre lo smartphone dalla tasca e toccare lo schermo più volte. Si potrebbe sostenere che lo stesso smartphone abbia dato vita a quello che oggi conosciamo come Internet of Things (IoT).

IoT: la definizione tradizionale e imperfetta

L'IoT è un concetto piuttosto alla moda, e parecchie persone sembrano usare la frase senza avere una piena comprensione di ciò che effettivamente significa. Prova a cercarlo in un dizionario e leggerai che l'IoT è una rete di dispositivi che comunicano tra loro e scambiano dati. Per uno, riteniamo che questa definizione sia piuttosto vaga. Secondo esso, il trasmettitore telegrafico può anche essere considerato una parte dell'IoT, quando chiaramente non lo è.

L'IoT può essere meglio descritto come la raccolta di dispositivi che non hanno bisogno di Internet per svolgere la loro funzione principale, ma sono dotati di connettività online. Più o meno tutti i gadget che hanno ricevuto il tag "smart" davanti ai loro nomi negli ultimi anni possono essere considerati "cose".

In che modo l'IoT ha influenzato la nostra vita quotidiana?

Come già stabilito, lo smartphone ha trasformato il modo in cui interagiamo con il World Wide Web e la sua ubiquità ha praticamente permesso l'esistenza di migliaia di altri gadget intelligenti che formano l'ecosistema IoT.

Se hai abbastanza soldi, puoi equipaggiare la tua casa con lampadine intelligenti, un termostato intelligente, un frigorifero intelligente, un campanello intelligente, un lucchetto intelligente e una serie di altre cose intelligenti che controlli con l'aiuto del tuo telefono. Esci da casa e vedrai che l'IoT non è solo una questione di automazione domestica. Guarda alcune delle innovazioni nel settore sanitario, ad esempio, e vedrai che molte di esse si basano su una connessione online.

È tutto molto intelligente ... fino a quando non diventa sciocco

Molte case hanno un altoparlante intelligente che, tra l'altro, funge da maggiordomo virtuale. Oltre a poter controllare il resto dei gadget IoT a casa tua, altoparlanti intelligenti come Amazon Echo possono anche aiutarti a trovare informazioni su Internet e completare gli acquisti online. Può farlo anche se non lo vuoi.

Nel 2017, una bambina di sei anni ha detto all'assistente virtuale di Amazon di ordinare una casa delle bambole e quattro chili di biscotti e Alexa ha prontamente obbedito. Più tardi, mentre raccontava la storia, un presentatore del mattino in una stazione televisiva locale di San Diego pronunciò le parole "Alexa, ordinami una casa delle bambole" e innescò accidentalmente i dispositivi Amazon Echo degli spettatori. L'anno scorso, la gente si lamentava anche della risata inquietante di Alexa che non era stata innescata da nulla.

In tutta onestà, problemi come questi possono spesso essere risolti con una semplice modifica delle impostazioni del dispositivo, ma la loro semplice esistenza mostra che il modo in cui alcuni gadget IoT funzionano è tutt'altro che perfetto. Questo, purtroppo, non è l'unico problema.

Erano così preoccupati se potevano o no ...

Vi è un uso legittimo per molti gadget IoT. Avere un frigorifero intelligente che "sa" cosa c'è dentro, per esempio, può aiutare molte persone, anche se sarebbe ancora meglio se non visualizzasse i siti Web per adulti sul suo display . E sebbene alcune persone pensino che sia piuttosto inquietante, controllare la temperatura e l'illuminazione della casa e ordinare oggetti per la casa con comandi vocali è la sostanza dei sogni dei futurologi degli anni '50. A volte, tuttavia, leggi le notizie sui più recenti dispositivi IoT e non puoi fare a meno di pensare che ci viene presentata una soluzione per un problema che non esiste.

A gennaio, ad esempio, Nike ha presentato la seconda generazione delle sneaker intelligenti Adapt BB. Costano $ 350 da far venire l'acquolina in bocca e, per questo, ottieni un paio di scarpe allacciate che hanno una batteria ricaricabile e alcuni LED nella suola. Puoi cambiare il colore della luce emessa dai diodi, a condizione che l'app mobile funzioni bene, cosa che non sempre funziona .

Se ti lascia un po 'trasportare dalla mania dell'IoT, avrai una caffettiera intelligente, una bottiglia d'acqua intelligente, infradito intelligenti (non chiedere) e un'auto intelligente che impiegherà i prossimi 50 minuti aggiornando il suo firmware . Apparentemente, un bel po 'di persone può vedere i vantaggi della convenienza e sono pronti a ottenere la nuova tecnologia. La domanda è alta, il che significa che le persone di marketing di tutto il mondo stanno cercando di dare alla luce la prossima grande cosa dell'IoT mentre i contabili stanno scoprendo quanto possono farne pagare. Nel frattempo, gli specialisti della sicurezza non hanno voce in capitolo in tutto questo.

IoT e sicurezza: una partita fatta all'inferno

Il semplice fatto che tutti questi gadget IoT siano connessi a Internet significa che prima o poi qualcuno tenterà di hackerarli e, sfortunatamente, l'hacking dei dispositivi IoT è spesso più facile di quanto dovrebbe essere.

La configurazione di rete di molti dispositivi IoT è spesso terribilmente insicura fin dall'inizio. Le porte sono lasciate aperte senza una buona ragione e le credenziali di accesso predefinite che i produttori hanno impostato sono ridicolmente facili da indovinare. La modifica del nome utente e della password è spesso impossibile o semplicemente impossibile e i sistemi operativi che utilizzano questi aggeggi presentano frequentemente alcuni rischi per la sicurezza. Per gli hacker, irrompere in molti dispositivi IoT è un gioco da ragazzi, e il vero problema è che una volta dentro, scatenare il caos non è esattamente difficile, neanche. Sfortunatamente, sappiamo tutto questo per esperienza.

Nel 2016, gli hacker si sono armati di un elenco di credenziali predefinite per una varietà di dispositivi IoT. Quindi, hanno scansionato il web alla ricerca di endpoint con le porte Telnet aperte (una configurazione predefinita per molti gadget IoT). In un paio di passaggi non molto complicati, i truffatori sono riusciti a compromettere un vasto numero di dispositivi connessi a Internet e hanno formato la botnet Mirai. Mirai è stato successivamente utilizzato per il lancio di numerosi attacchi DDoS da record e, a un certo punto, ha persino eliminato offline gran parte di Internet per gli utenti sulla costa orientale degli Stati Uniti.

Questo è solo un esempio che mostra quanto sia orribile lo stato della sicurezza IoT. Il problema è duplice. Da un lato, ci sono produttori che non sembrano prestare alcuna attenzione. Nonostante gli avvertimenti degli esperti, gli aggeggi intelligenti continuano ad essere spediti con buchi di sicurezza spalancati . Anche i politici hanno riconosciuto il problema. Lo stato della California ha recentemente approvato una legge che vieta le password predefinite nei dispositivi connessi, il che dimostra che i legislatori stanno cercando di fare qualcosa al riguardo. Gli esperti ritengono, tuttavia, che questo probabilmente non sarà sufficiente.

D'altra parte, hai gli utenti. L'Internet of Things è ancora un concetto relativamente nuovo per loro e non sono completamente consapevoli dei pericoli che deve affrontare. Ciò significa che non si sforzano abbastanza per proteggere i loro dispositivi intelligenti e non stanno facendo pressione sui fornitori per configurare correttamente i costosi gadget.

A causa degli innumerevoli problemi di sicurezza, molte persone dicono che dovremmo smettere di provare a mettere nuove "cose" su Internet, ma noi, per esempio, non siamo sicuri che questo sia un buon consiglio. Mentre abbiamo visto la nostra giusta quota di gadget connessi al cloud che non sembrano servire a uno scopo particolarmente utile, alcune delle innovazioni possono davvero migliorare la qualità della nostra vita. Ciò che possiamo tutti concordare, tuttavia, è che un dispositivo sicuro e stupido è migliore di un dispositivo vulnerabile e intelligente.

May 1, 2019

Lascia un Commento