Se si dispone di un account WhatsApp, è necessario modificare il PIN di Voicemail ora

WhatsApp è un'ottima applicazione di messaggistica per chiunque apprezzi la propria privacy. Questo perché tutti i messaggi possono essere letti solo dai loro destinatari e mittenti, poiché il programma utilizza la crittografia end-to-end per crittografarli. Tuttavia, le informazioni sensibili che potrebbero essere fornite tramite tali messaggi attirano gli hacker che hanno recentemente scoperto un modo per ottenere l'accesso agli account WhatsApp. Apparentemente, lo fanno impiegando il messaggio vocale della vittima. I criminali informatici cercano utenti con codici PIN di posta vocale predefiniti, facili da indovinare, per ottenere il controllo sui servizi di posta vocale dell'utente. Se continui a leggere il nostro post sul blog, ti diremo di più sulla truffa della voicemail di WhatsApp e parleremo di come modificare il PIN della voicemail e quali precauzioni aggiuntive prendere per proteggere il tuo account WhatsApp e i contenuti su di esso dagli intrusi.

Come funziona la truffa di Voicemail di WhatsApp?

Per cominciare, gli hacker devono installare WhatsApp mentre utilizzano il numero di telefono della vittima designata sul proprio dispositivo. Per essere sicuro che sia lo stesso utente, WhatsApp dovrebbe inviare un codice di verifica al numero di telefono del proprietario dell'account. Poiché l'attaccante non ha il telefono o non ha accesso ad esso, non può visualizzare il codice. Sfortunatamente, questo ostacolo può essere facilmente superato impiegando la posta vocale dell'utente. Come vedi, quando non viene inserito il codice di verifica inviato, l'applicazione dovrebbe suggerire di eseguire una cosiddetta verifica vocale. Durante questo, l'utente riceve una telefonata e può sentire il codice di verifica detto ad alta voce.

La chiave è assicurarsi che la chiamata vada alla segreteria telefonica. Questo è il motivo per cui i truffatori lo fanno a tarda notte nella speranza che la vittima colpita dormirà e non risponda al telefono. Un'altra condizione essenziale affinché l'attacco funzioni è che l'utente deve disporre di un codice PIN Voicemail debole. Idealmente, dovrebbe essere il codice PIN predefinito fornito con il servizio dall'inizio, poiché nella maggior parte dei casi è composto da quattro caratteri e quindi può essere facilmente indovinato. In tal caso, tutto ciò che gli hacker devono fare è indovinare il PIN della segreteria telefonica. Quindi ascolta il messaggio vocale di WhatsApp per digitare il codice indicato e ottenere l'accesso all'account dell'utente dal proprio dispositivo. Se la vittima non ha l'autenticazione a due fattori attivata, i criminali informatici possono farlo per assicurarsi che l'utente non sia in grado di tornare al proprio account. Pertanto, se l'attacco viene avviato con successo, gli hacker potrebbero non solo essere in grado di visualizzare messaggi potenzialmente sensibili, ma anche assumere l'account, chattare con i contatti disponibili e così via.

Come proteggersi dalla truffa della posta vocale di WhatsApp?

La prima cosa che gli utenti che usano WhatsApp e i servizi di posta vocale dovrebbero fare è assicurarsi di disporre di un PIN di posta vocale sicuro. Se non l'hai mai modificato prima, è probabile che tu stia ancora utilizzando il codice PIN predefinito fornito con il servizio. D'altra parte, se hai sostituito il PIN Voicemail predefinito con un codice PIN composto da caratteri minimi richiesti, ti consigliamo di aggiornarlo con una combinazione che utilizza il numero massimo di caratteri possibili, quindi gli hacker avrebbero difficoltà a indovinarlo . Di solito, gli utenti possono modificare i propri PIN tramite le impostazioni della segreteria del telefono cellulare. Se non sai come modificare il PIN della casella vocale, contatta il tuo fornitore di servizi telefonici e chiedigli di aiutarti.

Oltre a modificare il PIN della segreteria telefonica, ti consigliamo di fare lo stesso con la password di WhatsApp se ritieni che possa essere debole. Puoi trovare tutto ciò che devi sapere su come creare un PIN o una password Voicemail sicuri proprio qui . C'è anche un'altra precauzione in più che puoi prendere se vuoi proteggere il tuo account WhatsApp. Ciò di cui stiamo parlando è l'attivazione dell'autenticazione a due fattori. È facile da fare e, soprattutto, renderà molto più difficile per chiunque abbia come target il tuo account accedervi. Se desideri abilitare questa funzione, ma non sai come, puoi dare un'occhiata alle istruzioni disponibili di seguito.

Come abilitare l'autenticazione a due fattori WhatsApp

Le seguenti istruzioni mostrano come attivare l'autenticazione a due fattori per coloro che utilizzano WhatsApp su dispositivi Android.

  1. Apri la tua applicazione WhatsApp .
  2. Vai su "Impostazioni" toccando l'icona "menu" ( angolo in alto a destra ).
  3. Scegli "Account" e vai su "Impostazioni di verifica in due passaggi" .
  4. Premi "Abilita" .
  5. Crea una password di sei caratteri che ti verrà chiesto quando accedi da un altro dispositivo.
  6. Conferma il passcode.
  7. Inserisci il tuo indirizzo e-mail che verrà utilizzato nel caso in cui sia necessario recuperare la password di verifica dimenticata.
  8. Tocca "Avanti" e conferma il tuo indirizzo email .

Nota: Sia la password di verifica e-mail di recupero possono essere modificati se non v'è tale necessità tramite i due - fase di verifica delle impostazioni.

La truffa di Voicemail di WhatsApp dimostra solo quanto sia fondamentale proteggere ogni singolo account che abbiamo se non vogliamo che nessuno invada la nostra privacy. Anche se non utilizziamo l'account così spesso o se non sembra essere importante quanto i nostri profili di posta elettronica o social media, gli hacker possono trovare modi creativi per abusarne. Ora che sai come un PIN di Voicemail debole potrebbe mettere in pericolo la tua privacy, ti consigliamo di non correre rischi e sostituirlo il prima possibile. Per ulteriori suggerimenti su come proteggere la tua WhatsApp dagli hacker, ti consigliamo di leggere il nostro precedente post sul blog disponibile qui .

March 7, 2019

Lascia un Commento