I neozelandesi hanno avvertito del rapido aumento degli attacchi informatici

Il Computer Emergency Response Team della Nuova Zelanda, un'agenzia governativa responsabile della sicurezza informatica, ha emesso un avvertimento alla popolazione del paese in merito a una maggiore attività dei malintenzionati e a un'ondata di attacchi informatici.

Il direttore dell'agenzia, Rob Pope, ha detto ai media che le informazioni con cui lavora la sua agenzia, così come il feed globale dei team CERT partner in tutto il mondo, indicano un aumento sia della quantità che della sofisticazione degli attacchi informatici. Pope ha evidenziato una serie di passaggi che la popolazione generale dovrebbe intraprendere per proteggere le proprie informazioni personali online, dall'utilizzo di un'applicazione dedicata per la gestione delle password, all'utilizzo dell'autenticazione a più fattori e l'esame approfondito di tutte le impostazioni di privacy e sicurezza di ogni piattaforma che utilizza.

Mantenere aggiornati tutti i software del computer e le app mobili alle versioni più recenti e più sicure è un altro punto forte delle linee guida di CERT NZ.

CERT NZ lancerà la sua campagna di sensibilizzazione sulla Cyber Smart Week a fine ottobre. L'obiettivo della campagna è educare la popolazione e sensibilizzare sui vari rischi associati alla sicurezza digitale. Le statistiche dell'agenzia mostrano che la stragrande maggioranza dei neozelandesi apprezza la privacy e la sicurezza delle proprie informazioni personali online. Tuttavia, quasi la metà degli intervistati ha dichiarato che proteggere le proprie informazioni e prendere tutte le misure necessarie è "scomodo".

Le persone vogliono essere protette, ma spesso non possono essere disturbate

Circa un terzo dei partecipanti al sondaggio non si preoccupa di controllare le impostazioni di sicurezza sulle piattaforme di social media che utilizzano. Quasi la stessa quantità di persone non utilizza l'autenticazione a più fattori quando accede a vari account, anche quando la funzione è disponibile sulla rispettiva piattaforma. L'autenticazione a più fattori è solitamente una sorta di codice che ricevi su un dispositivo mobile dedicato, come il tuo telefono, che devi inserire come misura di sicurezza aggiuntiva quando effettui l'accesso.

Il Papa ha inoltre affermato che il fatto che così tante persone capiscano l' importanza della sicurezza digitale ma semplicemente non prendano le misure necessarie per proteggere i propri account e le proprie informazioni è preoccupante. Il confronto tra la sicurezza domestica, dove installeresti serrature di sicurezza e un sistema di allarme può essere un po 'cliché, ma è in gran parte vero e valido.

Le persone normali dovrebbero inoltre tenere presente che un account compromesso può anche danneggiare i propri contatti attraverso l'abuso dell'account compromesso durante attacchi di phishing. In questo senso, la sicurezza informatica è un po 'uno sforzo collettivo.

October 22, 2020

Lascia un Commento