Gli hacker attaccano un centro medico responsabile degli studi sui vaccini COVID-19

Hackers Attack COVID-19 Vaccine Trials

Mentre alle persone oneste e laboriose viene chiesto di rimanere a casa per prevenire la diffusione del terribile virus COVID-19, gli hacker sono impegnati come non mai. Semmai, l'epidemia di coronavirus ha aperto loro nuove opportunità per sfruttare le paure della gente e lo stato generale di panico che ha travolto molti in questi tempi difficili.

Nelle ultime settimane, sono stati attivati numerosi schemi che utilizzano la pandemia per indurre le persone a infettare i loro computer con malware o divulgare le loro informazioni personali. Questo era prevedibile. Gli eventi globali che colpiscono migliaia spesso diventano strumentali in truffe online ben socialmente ingegnerizzate. Ciò che ci si aspettava anche, tuttavia, era che i criminali informatici mostrassero un po 'di buon senso e cercassero di non interrompere il lavoro delle persone che combattono la malattia infettiva. A quanto pare, ci aspettavamo troppo.

Un centro di ricerca medica viene colpito dal ransomware Maze

Il 14 marzo, gli operatori del ransomware Maze hanno compromesso i sistemi IT e i dati crittografati appartenenti a Hammersmith Medicines Research, Ltd., una società di ricerca medica con sede nel Regno Unito. Normalmente, le aziende colpite da ransomware sono gravemente colpite e quando l'obiettivo è un'organizzazione sanitaria, i pazienti spesso vedono anche le conseguenze in modo troppo chiaro. Quando apprenderai che cosa fa Hammersmith Medicines Research, noterai che l'attacco avrebbe potuto avere un impatto su un numero molto più grande di persone.

Secondo SiliconAngle.com, in passato Hammersmith Medicines Research ha lavorato allo sviluppo di un vaccino per l'Ebola e di vari farmaci che trattano malattie come l'Alzheimer. Come tutte le organizzazioni sanitarie, anche questo è coinvolto nella lotta contro il nuovo coronavirus. In effetti, SiliconAngle ha scritto che "è destinato a condurre studi su un possibile vaccino per COVID-19". Con il loro attacco informatico, gli hacker hanno messo a rischio questi studi e hanno minacciato di ritardare un vaccino che potrebbe fermare quello che è stato descritto come uno dei virus a più rapida diffusione al mondo.

Siamo lieti di riferire che Hammersmith Medicines Research era relativamente ben preparato. La struttura di ricerca disponeva di backup dai quali ripristinava i dati e riportava rapidamente tutto alla normalità. Sfortunatamente, questa non era la fine della storia.

La banda di ransomware Maze perde i dati sensibili dei pazienti

Quelli di voi che seguono da vicino la scena dei ransomware potrebbero aver notato una nuova tendenza emersa alcuni mesi fa. Le bande di ransomware puntano per lo più i loro attacchi alle organizzazioni piuttosto che ai singoli utenti da un po 'di tempo, ma uno dei problemi che hanno dovuto affrontare è che, come Hammersmith Medicines Research, un bel po' di aziende mantengono aggiornato, lavorando backup dei loro dati importanti e rifiutano per pagare il riscatto. Per darsi maggiore leva sul ricatto, gli operatori di ransomware hanno iniziato a rubare i dati oltre a crittografarli. Alle organizzazioni che si rifiutano di pagare il riscatto viene ora detto che se non rispettano, i dati verranno divulgati pubblicamente.

Questo è esattamente quello che è successo con Hammersmith Medicines Research. Secondo ComputerWeekly.com, dopo che l'organizzazione sanitaria ha chiarito che non riuscirà a soddisfare le richieste degli hacker, i truffatori hanno fatto trapelare copie di passaporti, patenti di guida e numeri di assicurazione nazionale di oltre 2.300 pazienti insieme ad alcuni questionari medici.

Come al solito, alla fine, sono state le persone ignare a soffrire di più.

Il buon senso sta prevalendo tra i truffatori?

Il ransomware Maze e i suoi operatori hanno guadagnato molta popolarità negli ultimi mesi. Il fatto che stiano seguendo le loro minacce per sottrarre informazioni rubate alle loro vittime dimostra che sono completamente spietati. Tuttavia, anche loro sembrano aver capito che la pandemia di coronavirus contro cui il mondo sta combattendo non è uno scherzo.

La scorsa settimana hanno pubblicato un "comunicato stampa ufficiale" e hanno annunciato che fermeranno tutti gli attacchi alle organizzazioni mediche fino alla fine della pandemia. Ovviamente, sarebbe stato ancora più bello se avessero annunciato che stavano per intraprendere una carriera completamente diversa, ma anche così, la notizia che non avrebbero ostacolato le persone che stanno cercando di farci uscire di questa situazione è buona. Speriamo che i truffatori mantengano la loro promessa.

March 23, 2020

Lascia un Commento