È possibile rimuovere il malware ripristinando il computer alla data precedente su Windows 10?

Ripristino configurazione di sistema è una funzione molto utile che consente a un utente di ripristinare un PC a uno stato di lavoro precedente. Utilizza la tecnologia Shadow Volume Copies che Windows esegue automaticamente e regolarmente per tenere traccia delle modifiche al sistema, ai file e alle cartelle e fungere da backup di emergenza.

La logica impone che quando il tuo PC viene infettato da codice dannoso, dovresti essere in grado di utilizzare questa funzione per riportarla a uno stato prima dell'attacco e quindi negare gli effetti dell'attacco. Anche se questo corso d'azione potrebbe essere stato praticabile in passato e potrebbe essere ancora possibile per uno specialista IT recuperare alcuni dati, anche da un PC infetto da un pezzo di ransomware particolarmente brutto, gli utenti devono essere consapevoli che questo è non un corso d'azione a prova completa.

Le probabilità di successo sono scarse e dipendono da un paio di fattori.

Per prima cosa, se Ripristino configurazione di sistema è un'opzione praticabile dipende dalla gravità della minaccia. Se hai a che fare con alcuni addware, junkware o PUP, anche quelli particolarmente odiosi, probabilmente eseguirai un ripristino di sistema. Se, tuttavia, hai a che fare con un tipo più grave di minaccia, come Trojan, Wurms, Ransomware, ecc., La probabilità che tu sia in grado di riparare il tuo computer con il ripristino del sistema diminuisce in modo significativo.

Il ransomware è particolarmente noto per incorporare codice che cancella il volume ombra prima di dirottare i dati di un utente, assicurandosi così che il ripristino del sistema non funzioni. Questa è diventata una pratica comune tra gli artisti di ransomware proprio perché, a un certo punto nel tempo, si sono resi conto che questa funzionalità poteva essere utilizzata per sventare i loro attacchi. Ora adottano misure attive per garantire che non sia più così.

Un altro dettaglio degno di nota è il fatto che poiché non tutti i malware sono prodotti da hacker esperti, esiste sempre la possibilità che la minaccia che ti sta colpendo non sia stata in grado di distruggere la capacità di eseguire un Ripristino configurazione di sistema.

Tuttavia, gli utenti devono essere consapevoli del fatto che non sarà sempre necessariamente così, quindi non possono semplicemente fare affidamento su questa funzione per tenerli al sicuro. Una cosa deve essere chiarita: questa funzione non costituisce un sostituto di una soluzione anti-malware . Si consiglia comunque agli utenti che apprezzano il loro tempo, le loro finanze e i file memorizzati sui loro PC di investire in una soluzione anti-malware efficace.

Tuttavia, esiste ancora la possibilità che Ripristino configurazione di sistema possa salvare il tuo PC - ed è qualcosa che vale sicuramente la pena provare. Ecco cosa dovresti fare se ti trovi nella necessità di farlo:

Come eseguire un ripristino di sistema su Windows 10?

  1. Cerca "Ripristino configurazione di sistema" nella barra di ricerca di Windows 10.
  2. Fai clic su "Inizia".
  3. Seleziona "Avanti".
  4. Scegli un punto di ripristino dall'elenco.
  5. Fai clic su Avanti.
  6. Fai clic su Fine.
  7. Fare clic su "Sì" nel messaggio di avviso per terminare il lavoro.
  8. Il software di ripristino verrà avviato e il computer verrà riavviato.

NOTA: di solito, Ripristino configurazione di sistema richiede circa un'ora per l'esecuzione. Se noti che ci vuole molto di più, probabilmente qualcosa è andato storto.

May 21, 2020

Lascia un Commento