Attenzione: non tutti gli inviti Zoom possono essere considerati attendibili

Con la pandemia globale di Covid-19 ancora in pieno svolgimento e milioni di persone che lavorano da casa, la tecnologia è diventata ancora più importante per rimanere in contatto e rimanere in contatto, sia con i membri della famiglia che con i contatti e i team del tuo lavoro. Tuttavia, hacker e malintenzionati stanno facendo del loro meglio per abusare di questa situazione e utilizzano tutti i tipi di truffe e frodi per infettare e rubare dati da vittime ignare. Con la videoconferenza utilizzata più che mai nella situazione attuale, i cattivi attori stanno cercando di abusare anche di questo aspetto della tecnologia.

Gli inviti falsi compaiono nella tua casella di posta

Google Meet e Zoom sono tra le piattaforme prese di mira dagli hacker per diffondere le loro truffe . Eva Velasquez, rappresentante dell'US Identity Theft Resource Center, ha affermato che con così tanti inviti Zoom nelle caselle di posta elettronica delle persone, è più o meno inevitabile che molte truffe entrino anche lì, tra inviti legittimi.

I falsi inviti compaiono nelle caselle di posta delle vittime e sembrano essere normali inviti, ma in realtà reindirizzeranno a un sito dannoso che tenterà di raccogliere le tue informazioni personali. Un fattore molto importante nella popolarità degli inviti Zoom falsi è che il software ha molti nuovi utenti a causa della pandemia e molti di loro probabilmente non hanno familiarità con esso e avranno molte più difficoltà a distinguere un vero invito da un falso uno.

Cosa fare se non si è sicuri di un invito per lo zoom?

Esistono numerosi segnali che dovrebbero mettere in guardia gli utenti dal fare clic su inviti potenzialmente falsi. Prima di tutto, un invito inaspettato a una riunione che non è mai stata discussa o programmata in anticipo è un grande segno rosso. Il miglior consiglio in questo caso è di verificare l'incontro con i superiori o i colleghi e presumere che sia una truffa prima di ricevere la conferma.

Un altro modo per stare al sicuro è passare sempre con il mouse su qualsiasi collegamento nell'invito prima di fare clic su di essi e controllare l'URL che viene visualizzato nella barra di stato del browser. A seguito dell'ondata di truffe e falsi inviti a Zoom, Zoom ha dichiarato ufficialmente che tutti i collegamenti autentici e provenienti dal loro servizio dovrebbero contenere solo tre collegamenti di dominio:

* Zoom.com
* Zoom.us
* Zoom.com.cn

Se l'URL visualizzato nella barra di stato del browser inizia con un nome di dominio diverso, questo è un segno molto chiaro che l'email è falsa e qualcuno sta cercando di truffarti e reindirizzarti a un sito Web dannoso che potenzialmente raccoglierà dati sensibili o infetta il tuo sistema. È una buona pratica controllare sempre i collegamenti al passaggio del mouse, indipendentemente da dove ti trovi sul web, ma in questo caso, con Zoom che elenca specificamente i loro tre domini ufficiali e legittimi, questo è un controllo molto semplice e veloce che gli utenti dovrebbero fare. Anche eventuali errori di ortografia, lettere mancanti o aggiuntive nei nomi di dominio sono indice di una truffa.

Controllare l'indirizzo e-mail della festa che ha inviato l'invito in primo luogo è anche un buon modo per capire se si tratta di un falso invito. I nomi delle società e gli indirizzi e-mail che non riconosci dovrebbero fungere da bandiere rosse immediate e avvisarti di non fare clic su qualsiasi cosa nell'e-mail. A volte i cattivi attori imitano i nomi di marchi e società reali, ma apportano piccole modifiche all'ortografia che potresti perdere a colpo d'occhio, quindi vale sempre la pena leggere attentamente sia l'e-mail del mittente dell'invito che qualsiasi URL che compare quando passi il mouse su qualsiasi collegamenti.

In chiusura, Velasquez ha consigliato che è molto meglio non fare clic su nulla in un invito a una teleconferenza, sia che si tratti di Zoom o Google Meet, se non sei sicuro e prima ricontrolla tutto, piuttosto che cadere nella truffa e finire su una pagina web pericolosa.

September 10, 2020

Lascia un Commento